Image default
Consigli e ricette di Maria Cristina In evidenza

FAGOTTINI DI CARNE: un secondo gustoso, semplice e creativo!

Questi fagottini sono irresistibili, una volta capito l’astuto procedimento, tutto è da inventare: il contenuto del ripieno, la forma, la cottura. Si possono cuocere in forno, in padella, con un sugo di pomodoro. Tuttavia, l’ingrediente che non può mancare dentro la farcitura è il formaggio, meglio filante. Possiamo accontentarci del formaggio e basta, oppure aggiungere qualche verdura senza cottura preliminare: una manciata di foglie di spinaci freschi, di rucola, striscette di zucchina cruda, pezzetti di pomodoro maturo, ecc…

Nella ricetta di oggi, il formaggio è, certo, quello che dà morbidezza al fagottino. Ma l’incontro inaspettato e molto gradevole è con il cavolo bianco cappuccio che, tagliato a listarelle, conferisce croccantezza al ripieno senza coprire gli altri sapori.

Prepariamo un bel piano di lavoro, comunque non si sporcherà niente grazie all’aiuto quanto mai prezioso della carta da forno. Per le dosi, ci vorranno, per un fagottino a testa, circa 140 g. di carne mista tritata che saliamo e pepiamo leggermente. La stringiamo un po’ fra le mani e la mettiamo al centro di un foglio di carta da forno, per l’appunto. Ricopriamo con un altro foglio e la appiattiamo, fino allo spessore di un centimetro circa, dandogli una forma ovale. Togliamo il foglio e prendiamo una piccola manciata di strisce (lavate e sgocciolate) di cavolo cappuccio e le disponiamo solo su una metà della carne. Aggiungiamo una sottiletta, dei pezzetti di provola oppure di mozzarella e con l’aiuto della carta forno, ripieghiamo la metà vuota di carne sul ripieno. Sigilliamo un po’ i bordi con le dita e il gioco è fatto!

 Se decidiamo di cuocere in padella i nostri fagottini, mettiamo un filo di olio extra vergine d’oliva sul fondo e li facciamo dorare a fuoco medio-alto, quindi proseguiamo la cottura per altri venti minuti a fuoco dolce, con un coperchio, rigirandola solo una volta. Se optiamo per il forno, prendiamo una teglia rivestita con la carta che abbiamo usato per la preparazione dei fagottini e li mettiamo a cuocere a 180-200 gradi per circa mezz’ora.

Chi se l’immaginava un’alternativa alle classiche polpette, così gustosa e divertente? 

Maria Cristina

Altri articoli