Image default
Consigli e ricette di Maria Cristina In evidenza

LASAGNE AL SALMONE E ASPARAGI: una bella idea per le feste!

Realizzare un gustoso piatto di lasagne a casa non è difficile ma richiede innegabilmente un po’di tempo e di attenzioni. Qualunque sia il condimento, ecco qualche mossa da tener presente per non sbagliare, anzi, per…deliziare chi le mangerà!

La ricetta proposta qui è un’ottima idea per il giorno della Vigilia, di Natale o di Capodanno ed è capace di conquistare anche i più scettici. Salmone ed asparagi, avvolti da una cremosa besciamella ma lasciati a tocchetti, conferiscono delicatezza al piatto senza però perdere il loro sapore né la loro consistenza.

Ingredienti per 8 persone:

  • 500 gr. di pasta all’uovo fresca stesa in sfoglie, fatta in casa o del pastificio
  • 300 gr. di asparagi freschi o surgelati
  • 3 tranci spessi di salmone fresco o surgelato
  • 1 mozzarella

Per la besciamella:

  • 50 gr. di burro
  • 50 gr. di farina,
  • circa mezzo litro di latte

Durante l’anno, a causa dei nostri ritmi di vita frenetici (anche di domenica a volte!) possiamo senz’altro concederci degli aiuti per velocizzare la realizzazione di questo piatto: sfoglie di pasta pronte da mettere subito in teglia, asparagi e salmone congelato, besciamella già pronta in busta.  Ma per le feste importanti, è davvero un gran peccato sprecare l’occasione di cucinare questo piatto a regola d’arte (…e di palato!): sono anche gli ingredienti a fare la differenza… Quindi vediamo nei dettagli la preparazione di queste lasagne.

Per prima cosa, puliamo gli asparagi: togliamo loro la base del gambo più duro (circa 5 cm.), le sciacquiamo sotto l’acqua del rubinetto e, interi, li facciamo bollire dolcemente in poca acqua (che teniamo da parte) per 5 min. Se abbiamo solo asparagi congelati, non c’è niente da eliminare e il procedimento è simile.

Prendiamo i tranci di salmone, leviamo loro la pelle, il pezzo di lisca centrale e sfiliamo, magari con una pinzetta le spine che, magari non vediamo ma… le troviamo al tocco! Tagliamo il pesce a cubetti e lo facciamo rosolare per 5 min. in padella con una nocetta di burro e un mezzo spicchio d’aglio schiacciato che poi leveremo.

Spruzziamo un goccio di vino bianco, facciamo evaporare poi insaporiamo con sale, pepe e paprika dolce.

Intanto, tagliamo a rondelle il gambo dei nostri asparagi ma lasciamo intere le punte e mettiamo tutto in padella insieme al salmone. Facciamo andare solo due minuti, rimestando delicatamente. Attenzione a non eccedere sui tempi: ricordiamoci che c’è la cottura in forno dopo!

Ora realizziamo la besciamella: circa 50 gr. di burro sciolto in una pentola piccola, uniamo 50 gr. di farina e  mescolando con una frusta, unire il latte poco alla volta, sempre amalgamando bene prima di aggiungerne altro perché ogni volta il composto si addensa. Verso la fine, invece del latte, usiamo l’acqua di cottura degli asparagi. Insaporiamo con sale, pepe e noce moscata. Il risultato deve essere una besciamella spessa ma fluida.

Passiamo alla pasta. In merito alla cottura delle sfoglie, ci sono due scuole di pensiero: c’è chi le uso subito così, messe in teglia (in tal caso la besciamella -o il ragù di carne- deve essere piuttosto liquido e ricoprire per bene ogni strato) e c’è chi le sbollenta prima. Personalmente, ho sempre preferito la seconda opzione: il risultato è sempre eccellente: cottura giusta ed uniforme.

Quindi, prendiamo una teglia da forno di cui imburriamo generosamente il fondo e i lati. Assolutamente da bandire, per questo tipo di cottura, la carta da forno: rischieremmo di trovarci a mangiare sfoglie…di carta!

In una pentola con abbondante acqua, mettiamo sale e un cucchiaio d’olio. Quando bolle, tuffiamo due o tre sfoglie di pasta, lasciando giusto il tempo che riprenda il bollore (non più di un minuto!) quindi le tiriamo su con la schiumarola e le distendiamo su un canovaccio.  

Cominciamo a comporre i diversi strati delle nostre lasagne: prima un po’ di besciamella, poi il primo strato di sfoglie. Se si arricciano leggermente, non è un problema. Versiamo parte del contenuto della padella, lasciando le punte degli asparagi per l’ultimo strato come decorazione. Una certa accortezza riguarda la distribuzione degli ingredienti: come li mettiamo, resteranno! Perciò attenzione ad arrivare bene negli angoli e vicino ai bordi…o qualche commensale resterà deluso! Lo stesso vale per la besciamella, la stendiamo uniformemente. Adagiamo qualche pezzetto di mozzarella. Di nuovo, sbollentiamo due o tre sfoglie e…il giro ricomincia, fino ad esaurimento della pasta. L’ultimo strato deve essere ricoperto di besciamella con solo le punte degli asparagi, un po’ di mozzarella e dei fiocchetti di burro. Se resta scoperta un po’ di pasta, non succede nulla, anzi, scommettiamo che sarà il pezzo puntato per primo?

Per la cottura, usiamo il forno in modalità ventilato, a 180° per 45 min.

Possiamo, dieci minuti prima della fine stimata della cottura, prelevare la teglia e già tagliare (solo tagliare!) in porzioni le nostre lasagne: ogni pezzo guadagnerà croccantezza sui lati. Un’ultima cosa: quando spegniamo il forno, apriamo leggermente lo sportello e lasciamo intiepidire, senza fretta…

…se ce la facciamo!    (buon appettito)

Maria Cristina

Altri articoli