Image default
Consigli e ricette di Maria Cristina In evidenza

TORTA SALATA…con quello che c’è!

Mai capitato di ritrovarsi ospiti all’ultimo momento? Ecco allora un’idea salva cena e che vi farà fare un’ottima figura. Basta aver in frigo uno o due rotoli di pasta sfoglia, pasta brisée o pasta da pizza ed è fatta.
Ovviamente per il ripieno, qualcos’altro ci vuole: verdure come zucchine, pomodori secchi, radicchio, porri, cipolle, ecc…Del formaggio come fontina, scamorza, taleggio o anche parmigiano. Infine volendo, qualche affettato come prosciutto cotto, crudo, pancetta fine, speck ma anche salsiccia sbriciolata o wurstel. Adesso ci resta solo da creare un abbinamento a piacere.
Un consiglio: se si affettano finemente le verdure, inutile cuocerle prima in padella, perderebbero già un po’ dei loro nutrienti e comunque quando faranno parte del ripieno della torta salata, la cottura in forno è sufficiente.
Un ulteriore (ed ovvio) suggerimento: se avete tempo, fate voi l’impasto, è di certo più buono. Ma qui, stavamo parlando di una cena express, quindi della pasta fatta in casa, ci occuperemo un’altra volta…
La ricetta di oggi è un classico che piace a tutti i palati ma che propone una sfiziosità. Ci vogliono 15 minuti per la preparazione, mezz’ora per la cottura.

Per questa TORTA ALLE ZUCCHINE, SPECK E SCAMORZA, ci occorrono:

  • 2 rotoli di pasta brisée
  • 1 grossa zucchina
  • mezza cipolla
  • 100 g di speck a fette fine
  • 100 g di scamorza bianca
  • 1 uovo piccolo

 Affettiamo per il lungo la zucchina poi tagliamola a fette di ½ cm di spessore. Facciamo a fette fini la mezza cipolla. Uniamo le due verdure in una grande ciotola e condiamo leggermente con sale e pepe.
Prendiamo il primo rotolo di pasta brisée e con il suo foglio, lo adagiamo in una teglia da pizza o da crostata di circa 32 cm di diametro. Bucherelliamo la superficie con una forchetta e ci disponiamo le verdure. Distribuiamo sopra le fette di speck ed infine la scamorza a fette anch’essa.  Per finire, ricopriamo con la seconda sfoglia di pasta facendo aderire per bene i bordi. Bucherelliamo anche questa. Spennelliamo con un uovo sbattuto e facciamo cadere un mix di semi del tipo sesamo, lino, girasole, papavero che “arrostiranno” un po’ in cottura, dando quella gradita croccantezza.
Mettiamo nel forno preriscaldato a cuocere per circa trenta minuti, a 180°.

Un accorgimento: usare il ripiano basso del forno perché, mentre la superficie della torta non tarderà a dorare, la base rimane “molliccia” più a lungo a causa dell’umidità rilasciata dalle verdure del ripieno, quindi è importante assicurarsi che il fondo prenda colore anch’esso, sollevando la torta ogni tanto e, se serve, coprire il sopra della torta con un foglio d’alluminio per rallentarne la doratura.

Buon appetito!

Maria Cristina

Altri articoli