Image default
Arte & Cultura

La foresta incantata di Ariccia

Torna l’appuntamento annuale con la Foresta incantata di Ariccia, la più bella esposizione di luminarie in provincia di Roma che rende l’aria dei Castelli Romani carica di energia natalizia, luci, suoni e colori.

Un percorso magico e incantevole che si estende tra i giardini boscosi di parco Chigi, appartenente alla famiglia Chigi dal 1661 ed oggi proprietà del Comune di Ariccia.

Un vero spettacolo per gli occhi, dalla nave pirata alle carrozze incantate, dal villaggio degli gnomi e dei pinguini alla cascata multicolore, passando attraverso palle natalizie giganti e pacchetti regalo coloratissimi. Protagonisti indiscussi il grande salice piangente, interamente ricoperto di luci dorate, e la stella cometa di sette metri.

Un percorso ispirato certamente ai simboli natalizi ma anche alle favole Walt Disney: Frozen, Cenerentola, Pinocchio, e movimentato da spettacoli e intrattenimenti teatrali.

L’apertura del parco è in programma per sabato 24 novembre (ore 17:30 – 23:00) e si prevede un costo ridotto di cinque euro a biglietto solo per la giornata dell’inaugurazione.

Ma come e dove sono nate le luminarie?

L’origine di questo spettacolo luminoso è cronologicamente legato agli anni Trenta del Novecento, quando si ebbe l’effettivo potenziamento della rete elettrica.

Un antico aneddoto relativo al paesino di Scorrano (capitale mondiale delle luminarie), racconta che nel 1600, quando imperversava la peste, Santa Tropea apparve ad un’anziana e si rese disponibile a guarire chiunque avesse deciso di porre, in segno di devozione, una lampada ad olio sulla finestra della propria abitazione.

La luce come simbolo salvifico di guarigione dunque, ma anche come forza, coraggio e amore. Uno spettacolo artistico in grado di illuminare il cuore… Assolutamente da non perdere!

 

Ambra Belloni

 

Altri articoli