Le catacombe di Parigi

Ogni città possiede dei segreti e anche in Europa così come in Italia ce ne sono parecchie. 

Oggi andiamo a visitare Parigi e la sua città sotterranea, ricca di lugubre fascino e di morte.

Infatti non tutti sanno probabilmente he sotto le ampie ed eleganti strade di Parigi si nascondono le ossa di milioni di parigini, ossa che sono state tolte dalle loro tombe e che rendono le anime di questi defunti assai inquiete.

Queste gallerie piene di ossa prendono il nome di catacombe o impero della morte e lasciano un profondo senso di inquietudine nei visitatori.

Tali gallerie si snodano in una rete di tunnel e grotte che corrono per circa trecento km sotto la città.

Questa rete risale all’epoca romana quando veniva estratto il calcare necessario a costruire l’odierna Parigi.

Furono poi adibite a catacombe nel XVIII secolo quando i cimiteri di Parigi erano così sovraffollati e le fosse così piene che i corpi spesso erano sepolti uno sull’altra o in fosse comuni. 

Alla fine le mura dei cimiteri cominciarono a franare rovesciando fuori i cadaveri in decomposizione. 

Si decise pertanto nel 1985 di svuotare i cimiteri e spostare i defunti nelle catacombe.

Dapprima furono rimossi tre milioni di corpi di circa 400 anni poi il trasloco delle salme durò a sprazzi per latri 70 anni e ad oggi le catacombe contano i resti di circa 7 milioni di persone.

Parte di queste catacombe è aperta al pubblico e chi ha abbastanza fegato può ammirare le mura della morte. 

Articoli simili

I GATTI RACCONTATI DA… TOPOLINO!

Forbici & Follia è al Teatro Manzoni

Gianna Nannini, i 50 anni di carriera della regina del Rock