Roberto Nobile, il giornalista di “TeleVigata”

Nato a Verona il 11 novembre 1947 e morto a Roma il 30 luglio 2022, Roberto Nobile è stato un attore italiano che milioni di persone hanno conosciuto.

Morto improvvisamente all’età di 74 anni, Nobile era ormai romano d’adozione, essendo stato per quasi quarant’anni nel campo del cinema e della televisione italiani. La sua carriera è stata costellata di lavori con registi di altissimo livello. Pupi Avati è stato colui che gli ha dato la prima opportunità, con Festa di Laurea, ma Nobile ha lavorato anche con Gianni Amelio, Giuseppe Tornatore, Michele Placido, Nanni Moretti ed Ermanno Olmi. Una bravura sottolineata dal fatto che Nobile ha lavorato anche in produzioni internazionali di alto livello con Audry Wells e Rob Marshall.

Roberto Nobile ha lavorato in molti polizieschi, partendo da classici come La Piovra 7 e La Piovra 8, diventando però famoso al pubblico con due ruoli nello specifico: Antonio Parmesan in Distretto di Polizia e Nicolò Zito nel Commissiario Montalbano.

Il ruolo di Nicolò Zito è stato uni di quei ruoli iconici nella storia della televisione, una combinazione di bravura dell’attore, magnifica scrittura del personaggio e unicità del personaggio, un giornalista che combatte ancora per la verità. Una vera e propria rarità. 

Articoli simili

I vincitori dei Melon Music Awards 2022

Premi in denaro per il miglior progetto di ri-uso mascherine

Il progetto Best tutela l’ambiente