Quarto caso al mondo di guarigione dell’HIV

Ha convissuto con l’HIV per oltre 30 anni, ma da quasi un anno e mezzo un uomo di 66 anni è in remissione senza la necessità di seguire il trattamento antiretrovirale. Un’altra guarigione dall’AIDS, la quarta persona al mondo nella quale l’HIV è stato debellato. 

La “causa” della guarigione sarebbe un trapianto di midollo osseo a cui l’uomo è stato sottoposto all’Ospedale City of Hope National Medical Center di Duarte, in California. Un trattamento inizialmente effettuato per curare una forma di leucemia.

L’uomo da cui il midollo è stato trapiantato è risultato naturalmente resistente all’HIV, una caratteristica presente in persone con una particolare mutazione che blocca la porta d’entrata dell’HIV, ossia la proteina CCR5.

Tuttavia, come affermato da Jana Dickter, medico specializzato in malattie infettive presso l’ospedale dove è stato effettuato il trapianto di midollo, il trapianto di midollo non può essere una cura possibile per tutti e 38 i milioni di persone infettate dll’HIV nel mondo:

“È una procedura complessa con potenziali effetti collaterali significativi. Quindi, non è davvero un’opzione adatta per la maggior parte delle persone che vivono con l’HIV”.

Tuttavia, le possibilità ci sono, ossia quelle di prendere di mira con la terapia genica nello specifico la proteina CCR5. L’HIV sta per diventare una malattia del passato, grazie alla medicina moderna.

Articoli simili

Montagne super-Abili, il trekking per l’inclusione sociale

L’addio al tennis di Roger Federer

La Ritmica italiana sul tetto del mondo