Il film-cult ‘Shooting Silvio’ è su Prime Video

Sarà su Prime Video dal 21 dicembre 2020 il film di Berardo Carboni, distribuito da 102 Distribution. Il racconto è interpretato, tra gli altri, da Federico Rosati, Sofia Vigliar, Alessandro Haber, Giovanni Visentin, Melanie Gerren, Mia Benedetta. Nel cast anche Remo Remotti nel ruolo del tassista, recita un pezzo della sua celebre poesia Mamma Roma

Silvio Berlusconi è protagonista su Prime Video. Sarà dal 21 dicembre 2020, distribuito da 102 Distribution, ‘Shooting Silvio’, opera prima di Berardo Carboni (visionario regista anche di VolaVola e Youtopia) che tanto scalpore creò alla sua uscita al cinema nel 2007. Il film è interpretato, tra gli altri, da Federico Rosati, Sofia Vigliar, Alessandro Haber, Giovanni Visentin, Melanie Gerren, Mia Benedetta. Nel cast anche Remo Remotti nel ruolo del tassista, recita un pezzo della sua celebre poesia Mamma Roma, mentre Marco Travaglio, nel ruolo di se stesso, afferma quanto ‘uccidere Berlusconi non sia un rimedio al Berlusconismo’. Special guest Erlend Øye, componente della band Kings of Convenience nel ruolo del dj della festa a casa di Kurtz. Il cult dei primi anni del Nuovo Secolo ‘Shooting Silvio’ analizza con sagacia e ironia il fenomeno del “berlusconismo”, senza scadere nella retorica faziosa, reso celebre dai continui dibattiti politici dell’epoca, in cui la figura dell’ex premier era all’apice della propria fama. Una testimonianza della storia contemporanea italiana che viene raccontata con il cinema che assume un ruolo fondamentale: interpretare il quotidiano.  

La trama

Il film racconta di Kurtz, giovane orfano facoltoso e irrequieto che non prova entusiasmo nel vivere. Il suo libro vende poche copie e decide di organizzare una festa in cui invita tutti i propri amici, al fine di aiutarlo a scrivere un nuovo libro, intitolato Shooting Silvio nel quale ognuno di loro dovrà indicare un motivo e un metodo per superare (fisicamente, politicamente, metafisicamente) il Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi. Nessuno intende aiutarlo, così Kurtz sprofonda in una disperazione profonda e senza fine. Lasciato dalla fidanzata, circondato da persone che non lo capiscono, il ragazzo capisce che l’unico modo per realizzare Shooting Silvio è uccidere proprio lo stesso Silvio Berlusconi. Da quel momento, impiegando tutte le proprie forze, architetta un piano per rapire e uccidere il Premier.

Francesco Fravolini

Articoli simili

Il video “Kill This Love” delle BLACKPINK raggiunge 1,6 miliardi di visualizzazioni

I BTS registrano un nuovo record in Giappone

Il Labirinto di Alfonsine è “onirico”