Cib e Federbio presentano il digestato da biogas

Il digestato, il sottoprodotto che si ottiene dopo il processo di digestione anaerobica, è un fertilizzante organico prezioso per l’agricoltura biologica

L’agricoltura biologica perfeziona la sua performance. Consorzio Italiano Biogas e FederBio presentano le nuove linee guida per la corretta gestione e l’utilizzo del digestato da biogas. Il vademecum è la conseguenza di un intenso lavoro tecnico delle due associazioni che arriva dopo sei anni dalla prima versione del documento. Il digestato, il sottoprodotto che si ottiene dopo il processo di digestione anaerobica, è un fertilizzante organico prezioso per l’agricoltura biologica. Per questo motivo, CIB e FederBio, hanno deciso di scrivere le linee guida che definiscono e chiariscono un percorso concreto che coinvolge tutti gli attori della filiera, i produttori e le aziende agricole biologiche per l’uso corretto del digestato agricolo nel pieno rispetto delle produzioni biologiche. Grazie alla fertilizzazione organica con il digestato è possibile apportare al suolo non solo nutrienti, ma anche sostanza organica stabile in grado di sostituire i concimi di sintesi e migliorare la fertilità dei terreni. Le aziende agricole che utilizzano il digestato riescono a ridurre i propri costi colturali di almeno il 10-15% con un significativo incremento della sostenibilità delle loro produzioni.

Francesco Fravolini

Articoli simili

Il vino biologico piace agli italiani

Rendita catastale: che cos’è e come si calcola

Il Consiglio dei Ministri approva il Def: quali sono le novità