Arte, ‘La mente meditante’

Al MAXXI c’è una performance all’avanguardia che unisce arte, scienza e meditazione e coinvolge anche il pubblico con Daniel Lumera che l’ha ideata insieme al professor Giacomo Rizzolatti e il suo team di ricercatori

‘La mente meditante’ è un progetto artistico sperimentale e all’avanguardia, in programma al MAXXI di Roma dal 20 al 24 settembre 2022. Con questo progetto c’è l’intenzione di unire tre linguaggi universali: arte, scienza e meditazione. Non manca l’occasione per gettare un ponte tra le antiche pratiche millenarie e le più avanzate scoperte delle neuroscienze. Tutto comincia dall’inedita unione tra MAXXI, Museo nazionale delle arti del XXI secolo guidato da Giovanna Melandri; Istituto di Neuroscienze del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), con il professor Giacomo Rizzolatti, scopritore dei neuroni specchio e il suo team di ricercatori; Daniel Lumera, biologo naturalista, autore di best seller e riferimento internazionale nelle scienze del benessere e nella pratica della meditazione. In collaborazione con Henesis Srl.

Il progetto

È una performance, una meditazione di sette ore al giorno per 5 giorni, di volta in volta con ospiti del mondo dell’arte, della musica, dello spettacolo, della scienza, ma anche con il pubblico del museo, ancora una volta protagonista (info e biglietti su https://bit.ly/lamentemeditante, costo da 5 a 10 Euro, prenotazione obbligatoria). È grazie alla scienza e alle più avanzate tecnologie di monitoraggio neuronale che l’invisibile diventa visibile: le attività neurali di un cervello meditante e gli aspetti neurofisiologici su cui la meditazione impatta si sveleranno, visualizzati in tempo reale su un grande schermo sottoforma di colori (dal blu al rosso, dal freddo al caldo), divenendo essi stessi opera d’arte. Nel contempo, vedere che cosa succede al cervello durante la meditazione, contribuisce a studiarne l’efficacia per il benessere fisico e mentale. 

Info 

Prenotazioni www.maxxi.art | https://bit.ly/lamentemeditante

Francesco Fravolini

Articoli simili

I vincitori dei Melon Music Awards 2022

Se devi dire una bugia dilla grossa

‘Magna Graecia Experience’ incontra i giovani