Torna il festival della scienza e della curiosità

Si sa che ormai il leitmotiv di tutti è “ripartire” dopo il grande lockdown e tornare almeno a una sorta di normalità. Così torna anche quest’anno il CICAP Fest, il Festival della scienza e della curiosità, con un’edizione unica nel suo genere, la terza in assoluto. L’appuntamento infatti si svolgerà totalmente in streaming sul sito Cicapfest.it e i social media dell’evento.

Per renderlo nel miglior modo possibile fruibile, gli organizzatori hanno dovuto creare proprio un vero palinsesto televisivo con tutti i vari appuntamenti ai quali il pubblico potrà scegliere di collegarsi per seguire comodamente dalla propria poltrona.

Il CICAP è organizzato in collaborazione con l’Università, il Comune, la Provincia, la Camera di Commercio di Padova e Promex, con la Regione del Veneto ed è riconosciuto dal Ministero dell’Istruzione. “La sfida è adesso. Ri-partire con la scienza affrontando il cambiamento, imprevisto e improbabile”.

Il titolo del Festival edizione 2020 nasce da una riflessione collettiva del comitato organizzatore e scientifico su quanto la pandemia che stiamo ancora vivendo impatterà sul nostro futuro. Oltre al tema classico caro al CICAP, ovvero l’analisi e la verifica di pseudoscienze e fake news, in un’ottica di dialogo con la società e di comprensione della complessità del fenomeno, il Festival ospiterà molti incontri con autori, scienziati, intellettuali (tra gli ospiti di quest’anno Piero Angela, Naomi Oreskes, Jim Al-Khalili, Alessandro Barbero, Stephan Lewandowsky, Paolo Nespoli, Antonella Viola, Charles Spence, Carlo Cottarelli, Silvio Garattini e tantissimi altri) nell’ambito della ricostruzione: che cosa questa epidemia ci ha insegnato sulla scienza e sulla società, quali problemi ha messo in luce e come possiamo porvi rimedio (per esempio in tema di sostenibilità ambientale, diseguaglianze e gender gap). Come ogni anno, ci sarà spazio per stimolare la curiosità scientifica: divulgazione fatta con divertimento, perché la scienza è divertente.

Il festival, come detto, si svolgerà in forma digitale dal 25 settembre al 18 ottobre 2020.

Riccardo Pallotta

Articoli simili

‘Io Valgo’ sostiene le persone con disabilità

Digiwatt contrasta il caro bollette

Il Superbonus piace alle famiglie