Torna il festival della scienza e della curiosità

Si sa che ormai il leitmotiv di tutti è “ripartire” dopo il grande lockdown e tornare almeno a una sorta di normalità. Così torna anche quest’anno il CICAP Fest, il Festival della scienza e della curiosità, con un’edizione unica nel suo genere, la terza in assoluto. L’appuntamento infatti si svolgerà totalmente in streaming sul sito Cicapfest.it e i social media dell’evento.

Per renderlo nel miglior modo possibile fruibile, gli organizzatori hanno dovuto creare proprio un vero palinsesto televisivo con tutti i vari appuntamenti ai quali il pubblico potrà scegliere di collegarsi per seguire comodamente dalla propria poltrona.

Il CICAP è organizzato in collaborazione con l’Università, il Comune, la Provincia, la Camera di Commercio di Padova e Promex, con la Regione del Veneto ed è riconosciuto dal Ministero dell’Istruzione. “La sfida è adesso. Ri-partire con la scienza affrontando il cambiamento, imprevisto e improbabile”.

Il titolo del Festival edizione 2020 nasce da una riflessione collettiva del comitato organizzatore e scientifico su quanto la pandemia che stiamo ancora vivendo impatterà sul nostro futuro. Oltre al tema classico caro al CICAP, ovvero l’analisi e la verifica di pseudoscienze e fake news, in un’ottica di dialogo con la società e di comprensione della complessità del fenomeno, il Festival ospiterà molti incontri con autori, scienziati, intellettuali (tra gli ospiti di quest’anno Piero Angela, Naomi Oreskes, Jim Al-Khalili, Alessandro Barbero, Stephan Lewandowsky, Paolo Nespoli, Antonella Viola, Charles Spence, Carlo Cottarelli, Silvio Garattini e tantissimi altri) nell’ambito della ricostruzione: che cosa questa epidemia ci ha insegnato sulla scienza e sulla società, quali problemi ha messo in luce e come possiamo porvi rimedio (per esempio in tema di sostenibilità ambientale, diseguaglianze e gender gap). Come ogni anno, ci sarà spazio per stimolare la curiosità scientifica: divulgazione fatta con divertimento, perché la scienza è divertente.

Il festival, come detto, si svolgerà in forma digitale dal 25 settembre al 18 ottobre 2020.

Riccardo Pallotta

Articoli simili

Un nuovo modo di vivere: il cohousing arriva a Bari e registra il tutto pieno

La chiamano “sgrammatura” o “shrinkflation” ma la sostanza non cambia

Affitti temporanei da 1,50 euro al giorno con il Self Storage