Roma, a Trastevere c’è Progetto “Scena”, nei locali ex Film Studio

Un centro di incontro e di scambio di idee dedicato al cinema, alla letteratura, alle arti, alla formazione, alla fotografia, con una grande attenzione alla sostenibilità ambientale e sociale.
Ad animare l’attività culturale sono: rassegne di cinema; rassegne tematiche sul fumetto e sul cinema di genere; masterclass; appuntamenti per i più piccoli; proiezioni dei film coprodotti, grazie al bando Lazio Cinema International; presentazione dei festival di Cinema del Lazio; appuntamenti di formazione e di progetti con le scuole della Regione; mostre fotografiche e video arte.

Aumentano gli spazi dedicati alla cultura.
Dall’esperienza dell’Associazione Filmstudio, negli storici locali in via degli Orti d’Alibert a Trastevere nasce “Scena”: Spazio, Cinema, Eventi e Nuove Arti.

La Regione Lazio è impegnata a riconsegnare ai cittadini quegli spazi culturali che possono aumentare la socializzazione e accrescere la cultura. Si tratta di un centro di incontro e di scambio di idee, dedicato al cinema, alla letteratura, alle arti, alla formazione, alla fotografia, con una grande attenzione alla sostenibilità ambientale e sociale.

Ad animare l’attività culturale sono: rassegne di cinema; rassegne tematiche sul fumetto e sul cinema di genere; masterclass; appuntamenti per i più piccoli; proiezioni dei film, coprodotti grazie al bando Lazio Cinema International; presentazione dei festival di Cinema del Lazio; appuntamenti di formazione e di progetti con le scuole della Regione; mostre fotografiche e video arte.

Il programma
All’inaugurazione è stato proiettato il film “The ROSSELLINIS” di Alessandro Rossellini, prodotto da B&B Film e distribuito da Nexo Digital, alla presenza del regista.
Nella programmazione gratuita di giugno e luglio, sono previste rassegne di Eleonora Danco e Susanna Nicchiarelli.
Saranno proiettati i film vincitori del bando Lazio Cinema International, oltre allo spazio dedicato agli incontri della Città Incantata e all’animazione, all’incontro fra Cinema e Poesia con i poeti del Trullo.
Dopo l’estate saranno protagoniste le rassegne d’autore e d’autrice di Margareth Von Trotta, Giuliano Montaldo, Massimiliano Bruno, Ferzan Özpetek, Costanza Quatriglio, Gianfranco Rosi, e gli incontri letterari in collaborazione con AIE, ADEI, CEPELL e Librerie di Roma.
Tra le mostre, da giugno a settembre, “Scena” apre con quella dedicata al fumetto e alla Città Incantata, curata da Luca Raffaelli.
La Città Incantata, meeting internazionale dei disegnatori che salvano il mondo, vive dell’incontro di artisti del fumetto, dell’animazione, dell’illustrazione e della street art, mettendo a confronto i loro diversi stili e universi.
Questa mostra presenta le stampe dei disegni, per le locandine delle diverse edizioni, i fumetti realizzati nelle residenze organizzate lo scorso anno e alcuni disegni e opere che gli artisti hanno realizzato nei giorni della manifestazione, interpretando, in maniera diversa, i temi della solidarietà e della pace.
All’interno della mostra, opere, fra gli altri, di Mark Osborne, Sio, LRNZ, Donato Sansone, Rita Petruccioli, Virgilio Vona, Eleonora Antonioni, Claudia Muratori, Zuzu, Martoz, Fabio Tonetto.

Associazioni e professionisti
“Scena” ha un comitato d’indirizzo gestito dalla Regione Lazio e LazioCrea, che vede coinvolti, per il momento, alcuni soggetti culturali: Associazione Filmstudio, Roma Lazio Film Commission, Officine Pasolini, Scuola Gian Maria Volonté, Fondazione Cinema per Roma, Luce Cinecittà, I.I.S.S. Cine-tv Roberto Rossellini, Anec, Anac e 100 autori.

Tra i soggetti invitati a un lavoro comune: il Centro Sperimentale di Cinematografia, l’Accademia del Cinema Italiano – Premi David di Donatello, i Nastri d’Argento, la Cineteca di Bologna, RAI Cinema e RAI Movie, il Fondo Moravia, Doc.it – Associazione Documentaristi Italiani, ATCL, AAMOD, la Fondazione Roma Europa, il Cinema Aquila, Alice nella città, realtà del territorio come, il Municipio I di Roma Capitale, il Cinema Nuovo Sacher, la Casa Internazionale delle donne, il Cinema America, la Comunità di Sant’Egidio, la Comunità Ebraica di Roma e altre realtà che vorranno essere coinvolte.

Francesco Fravolini

Articoli simili

Digiwatt contrasta il caro bollette

‘C’era una volta in Italia – Giacarta sta arrivando’

SAE Institute combatte la disparità di genere