Procida 2022 ospita ‘Watersurface’

È una mostra fotografica per mostrare come il mare “risponde” all’inquinamento

‘Watersurface’ è il titolo dell’esposizione degli straordinari scatti fotografici di tre grandi fotografi subacquei: Nicholas Samaras, Pasquale Vassallo e Guido Villani. Il percorso espositivo è aperto al pubblico dal 4 agosto al 31 dicembre 2022, presso il porto di Marina Chiaiolella. Nelle immagini si può vedere lo stato di salute del mare. Si comincia dalla fotografia di una medusa che cattura, con i suoi tentacoli, l’involucro di un cioccolatino. Non possiamo tralasciare quell’immagine dove si vede un cotton fioc. E ancora. Un polpo, diventato celebre, gioca con un pallone da calcio, una seppia si diverte con un profilattico. Non può mancare lo scatto iconico del periodo della pandemia: un cavalluccio marino si aggrappa a una mascherina monouso. Il rapporto tra gli organismi marini e i rifiuti ispira una mostra fotografica di impatto straordinario, ‘Watersurface’, nell’ambito del programma culturale di Procida Capitale Italiana della Cultura 2022. Procida 2022 è un progetto del Comune di Procida, sostenuto dal MiC e dalla Regione Campania con i fondi a valere sul POC Campania 2014-2020. Main sponsor è Voiello; gold partner Anm, Asl Napoli 2 Nord, Caremar, Eav, Snav e Trenitalia; bronze partner Coldiretti Campania e Marina di Procida. Media partner è Rai. Affrontare l’inquinamento del mare è un importante perché troppo spesso dimenticato, mentre sarebbe necessario un intervento urgente per prevenire disastri ambientali inesorabili. È un’occasione con la quale sollevare una riflessione sulla situazione attuale dell’ambiente. 

Francesco Fravolini

Articoli simili

La battaglia dei paesi più inficiati dal cambiamento climatico

Montagne super-Abili, il trekking per l’inclusione sociale

Da 25 anni a 25 gradi sotto zero: la Banca del Germoplasma sarda compie gli anni