Prasio: caratteristiche ed usi

Il Prasio è un quarzo tipico dal colore verde, caratterizzato dalla presenza di tanti aghi di actinolite si presenta per lo più frequentemente in forma metamorfica a partire dalle rocce silicee ricche di ferro e quelle quarzifere.

Questa pietra era già nota in passato in cristalloterapia, si narra che già nel medioevo venisse usata per curare vari tipi di problemi come quelli che interessano gli occhi, è usata un po’ anche come cristallo di rocca per alleviare gli stati febbrili.

Tra le sue qualità principali vi è quella di insegnare a controllare al meglio la propria vita, a prenderne le redini senza lasciarsi influenzare troppo dagli altri.

E’ la pietra perfetta se si vuole imparare a non farsi governare dalla collera, che oltre a diventare pericolosa per gli altri porta anche l’iroso su una strada sbagliata.

Per questo il prasio è perfetto per tenere a freno il lato troppo impulsivo aiutando a incanalare questa enorme energia verso qualcosa di più utile.

Riesce altresì a sedare un po’ di rancore troppo spesso coltivato verso gli altri.

Se indossata come collana porta tutta una serie di benefici sul piano mentale mentre se usata in meditazione insegna a controllare meglio la propria vita senza dipendere sempre e solo dagli altri.

Benedetta Giovannetti

Articoli simili

Pietre che aiutano in amore

Paolo Banchero, promessa del basket (speriamo) italiano

Quando il gioco del calcio non è più divertimento