Milano, Hub 126 è il nuovo centro per le emergenze

È un pronto intervento polifunzionale in via Sammartini 126, messo a disposizione
dall’Amministrazione Comunale

Hub 126 è un nuovo luogo a Milano dove è garantita una risposta rapida alle diverse
emergenze della città. All’interno della struttura ci sono numerosi servizi a carattere sociale,
offerti da una rete di realtà del territorio, rapidamente riconvertibile a seconda delle persone
fragili da aiutare. Hub 126 è un pronto intervento polifunzionale in via Sammartini 126 (foto di
Daniele Lazzaretto), messo a disposizione dall’Amministrazione Comunale, attraverso un
avviso pubblico di comodato d’uso gratuito, da parte di Grandi Stazioni. La realtà sociale è
affidata per tre anni a Fondazione Progetto Arca, che ha avanzato la proposta di gestione
insieme a Fondazione Fiera Milano.
Servizi sociali
Hub 126 nasce come centro emergenziale a carattere sociale per la prima accoglienza e
assistenza dei profughi ed è pronto a riconvertirsi prontamente, in tempi non emergenziali, in un
luogo che garantisce servizi di assistenza, cura e orientamento alle persone senza dimora della
zona. È utile sottolineare che quando finisce l’emergenza Hub 126 diventa un luogo sociale
dedicato alle persone senza dimora (adulti uomini e donne, italiani e stranieri). Ed è proprio in
questo luogo che c’è la possibilità di usufruire di generi alimentari e di conforto, di accedere a
informazioni sui servizi sul territorio e a servizi speciali, per riappropriarsi della propria immagine
e della cura di sé.
Emergenza Ucraina
A seguito dell’emergenza Ucraina Hub 126 si trasforma in un punto di riferimento per
l’accoglienza dei profughi ucraini, raccogliendo l’eredità dell’hub del Sottopasso Mortirolo
(aperto il 17 marzo scorso e ora chiuso), al fine di garantire la continuità a tutti i servizi messi a
disposizione dei cittadini ucraini in arrivo a Milano.
Francesco Fravolini

Articoli simili

I ragazzi italiani preferiscono studiare all’estero

Donazioni di sangue sicuro dopo il vaccino a mRNA

Il Parco per gli sport su ruote che accoglie sedie a rotelle