L’elegante volo delle Sterne

Molto simili ai gabbiani, di cui sono parenti, le Sterne sono uccelli meno conosciuti dei loro “cugini”. Infatti entrambi i gruppi fanno parte dell’ordine dei Caradriformi (che comprende anche i limicoli) e per molto autori gabbiani e Sterne fanno parte della stessa famiglia, i Laridae, mentre per altri questa famiglia comprenderebbe solo i gabbiani mentre le sterne farebbero parte della famiglia degli Sternidae.

In ogni caso non é semplice per un occhio poco esperto distinguere i due gruppi perché morfologicamente molto simili. Le Sterne hanno una corporatura meno robusta rispetto ai gabbiani con un volo più aggraziato ed elegante, soprattutto nelle specie più piccole. Caratteri peculiari delle Sterne sono il becco “a pugnale”, più sottile rispetto ai gabbiani di simili dimensioni e la coda forcuta, in alcune specie in maniera molto evidente.

Esistono numerose specie di Sterne, tutte legate all’ambiente acquatico, perlopiù marino ma spesso anche lacustre o fluviale. In Italia nidificano regolarmente 7 specie più 2 in maniera occasionale o irregolare. Le sette specie nidificanti sono:

Sterna zampenere (Gelochelidon nilotica);

Beccapesci (Thalasseus sandvicensis);

Sterna comune (Sterna hirundo);

Fraticello (Sternula albifrons);

Mignattino piombato (Chlidonias hybrida);

Mignattino alibianche (Chlidonias leucopterus);

Mignattino comune (Chlidonias niger).

Le specie che nidificano occasionalmente sono la Sterna maggiore (Hydroprogne caspia) e la Sterna di Rüppel (Sterna bengalensis).

Ci sono poi specie che si possono osservare sono in migrazione o occasionalmente in Italia come la Sterna di Dougall (Sterna dougalli), specie atlantica, la Sterna scura (Onychoprion fuscata) e la Sterna codalunga (Sterna paradisaea), famosa per le sue migrazioni tra Polo Nord e Polo Sud.

Daniele Capello

Articoli simili

Anche la vendemmia alterata dalle temperature

Le Averle piccole in un mondo che cambia

Agricoltura, è il momento del salto di qualità: serve più attenzione dalla politica e dai consumatori