“Becoming Led Zeppelin” alla Biennale di Venezia

Il già ricco programma della 78esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica della Biennale di Venezia si arricchisce di ulteriori eventi.

Tra i film presentati fuori concorso, infatti, ci sarà anche il documentario “Becoming Led Zeppelin”, realizzato da Bernard MacMahon, che ripercorrerà la formazione della band.

Il film racconta il percorso individuale di ciascuno dei quattro componenti della band, fino all’incontro nell’estate del 1968 che portò alla nascita di quella che, nel corso degli anni, è diventata una delle band rock più amate di sempre.

Tutto inizia nei primi anni ’60, quando i quattro ragazzi si esibivano in piccoli pub inglesi, suonando i pezzi in voga in quel periodo, fino ad arrivare alla loro prima esibizione insieme, alla conquista dell’America e al successo mondiale che raggiunse il massimo vertice nel 1970, anno che li consacrò “la più grande rock band del mondo”.

Per realizzare questo progetto, come dichiarato dallo stesso MacMahon, sono state utilizzate unicamente pellicole e negativi originali, per un totale di oltre 70.000 fotogrammi di repertorio restaurati a mano, che comprendono anche momenti inediti ripresi nel corso di alcune esibizioni dal vivo, foto di manifesti e biglietti.
Ho voluto intrecciare le quattro storie dei componenti della band, prima e dopo la fondazione del gruppo, con ampie parti nelle quali la storia dei Led Zeppelin è raccontata solo attraverso l’uso della musica e delle immagini, in modo da contestualizzare il loro sound nei luoghi dove è stato creato e nelle situazioni che l’hanno ispirato” ha dichiarato il regista.

Yami

Articoli simili

Collection a Villa Medici

Roma, l’arte negli anni Sessanta e Settanta

Audiovisivo, nasce UnArchive Found Footage Fest