Il Piviere tortolino, il trampoliere dei pascoli

I trampolieri sono uccelli di dimensioni varie caratterizzate da lunghe zampe con cui si muovono negli ambienti acquatici. Esiste però un trampoliere un po’ particolare che é legato invece agli ambienti prativi, dove si mimetizza bene grazie al suo piumaggio criptico: il Piviere tortolino (Charadrius morinellus)

Questa specie, congenere dei Corrieri, che invece sono osservabili quasi esclusivamente in aree umide, si é svincolata dalla necessità di ambienti acquatici e nidifica in aree di tundra nelle regioni artiche o di alta montagna oltre il limite della copertura arborea in aree più meridionali, Italia compresa. Infatti é considerata nidificante irregolare nel nostro paese con ripetute riproduzioni in aree appenniniche abruzzesi negli anni ’50-’90 e casi molto più rari sulle Alpi negli ultimi decenni. Più facile però incontrarlo in migrazione: il Piviere tortolino infatti é un migratore totale e sverna tra Medio Oriente e Nord Africa e passa, e spesso sosta, tra agosto e novembre (e poi in primavera quando risale) nelle praterie alpine oltre i 2000 m. ma anche raramente nelle aree coltivate di pianura. 

La sua estrema confidenza, sia degli adulti (che si accoppiano anche in presenza degli umani) che dei giovani li rende facili obiettivi di birdwatcher e fotografi ma giova ricordare che non bisogna stressare gli animali in sosta migratoria per non far consumare energie eccessive che potrebbe risultare loro fatale.

Daniele Capello

Articoli simili

I suoni che calmano stati di ansia e paranoie

I coccodrilli come fanno?

Alla scoperta dei Cobra