Il programma del 74esimo festival di Cannes

Il settore del cinema è pronto a riprendersi e a lasciarsi la pandemia alle spalle.
I cinema riaprono i battenti, gli attori tornano a sfilare sui red carpet e riprendono i festival e le premiazioni.

Dopo la notte degli Oscar americana e i David di Donatello italiani, anche la Francia si prepara per la 74esima edizione del festival di Cannes, che si terrà dal 6 al 17 luglio.
Sono 23 le pellicole che si contenderanno la Palma d’oro:

“Annette” di Leos Carax
“The French Dispatch” di Wes Anderson
“Benedetta” di Paul Verhoeven
“A Hero” di Asghar Farhadi
“Tout S’est Bien Passe” di François Ozon
“Tre Piani” di Nanni Moretti
“Titane” di Julia Ducournau
“Red Rocket” di Sean Baker
“Petrov’s Flu” di Kirill Serebrennikov
“France” di Bruno Dumont
“Nitram” di Justin Kurzel
“Memoria” di Apichatpong Weerasethakul
“Lingui” di Mahamat-Saleh Haroun
“Paris 13th District” di Jacques Audiard
“The Restless” di Joachim Lafosse
“La Fracture” di Catherine Corsini
“The Worst Person in the World” di Joachim Trier
“Compartment No. 6” di Juho Kuosmanen
“Casablanca Beats” di Nabil Ayouch
“Ahed’s Knee” di Nadav Lapid
“Drive My Car” di Ryusuke Hamaguchi
“Bergman Island” di Mia Hansen-Løve
“The Story of My Wife” di Ildikó Enyedi

Oltre ai titoli in gara, verranno proiettati anche i seguenti film fuori concorso:
“De Son Vivant” di Emmanuelle Bercot
“Emergency Declaration” di Han Jae-Rim
“The Velvet Underground” di Todd Haynes
“Stillwater” di Tom McCarthy

Il programma comprende anche una proiezione a mezzanotte per il film “Bloody Oranges” di Jean-Christophe Meurisse.
Per la sezione “Un Certain Regard” concorrono le seguenti pellicole:

“The Innocents” di Eskil Vogt
“After yang” di Kogonada
“Commitment Hasan” di Hasan Semih Kaplanoglu
“Lamb” di Valdimar Jòhansson
“Noche de fuego” di Tatiana Huezo
“Delo (House arrest)” di Alexey German Jr.
“Blue Bayou” di Justin Chon
“Moneyboys” di C.B Yi
“Freda” di Gessica Généus
“Un monde” di Laura Wandel

Quest’anno, è stata introdotta una nuova sezione chiamata “Cannes Premiere” che include i film che avrebbero potuto far parte della competizione ufficiale, ma che per qualche motivo sono stati esclusi. Ecco i titoli che ne fanno parte:

JFK Revisited: Through the looking glass” di Oliver Stone
“Jane Par Charlotte” di Charlotte Gainsbourg
“Evolution” di Kornél Mundruczo
“Tromperie (Deception)” di Arnaud Desplechin
“Cow” di Andrea Arnold
“Cette musique ne joue pur personne (Love songs for tough guys)” di Samuel Benchetrit
“Mothering Sunday” di Eva Husson
“Serre-moi fort (Hold me tight)” di Mathieu Amalric
“In frontof your face” di Sang-Soo Hong

Infine avremo tre proiezioni speciali:
“H6” di Yé Yé
“Cahiers noirs (Black notebooks)” di Shlomi Elkabetz”
“O Marinheiro das montanhas (Le marin des montagnes/Mariner of the mountains)” di Karim Ainouz

Yami

Articoli simili

Collection a Villa Medici

Roma, l’arte negli anni Sessanta e Settanta

Audiovisivo, nasce UnArchive Found Footage Fest