Economia, come lanciare una startup di successo

I consigli della software house Giuneco per chi vuole iniziare un’impresa per evitare il fallimento. Servono idee manageriali

Lanciare una startup di successo è fondamentale per evitare di chiudere la nuova impresa dopo un breve periodo. Purtroppo sono diverse le realtà economiche costrette a chiudere dopo una partenza anche brillante dell’attività. Le cause sono molteplici e spesso manca una visione d’impresa oppure un progetto studiato nei dettagli. Tornano utili quelle straordinarie idee manageriali da mettere in campo con una buona dose di strategia. Se leggiamo un piccolo estratto della ricerca di CBinsights scopriamo che «tra le principali cause di fallimento delle startup l’8% è da attribuire a prodotti difettosi dovuti alla scarsa organizzazione del progetto oppure dall’aver ignorato, sia consapevolmente sia accidentalmente, i desideri e le esigenze degli utenti». Per questo motivo è importante seguire alcuni step ben delineati, per realizzare un progetto di successo. I consigli suggeriti da Giuneco (https://giuneco.it/), l’innovation hub fiorentina, sono da tenere in considerazione per un progetto imprenditoriale. 

Cinque consigli da seguire

Predisporre fasi di analisi e workshop. Questo momento di brainstorming, condiviso con il cliente e con esperti interni all’azienda, dai responsabili del progetto agli sviluppatori che avranno poi modo di lavorare sul prodotto, consente di evidenziare desideri e vincoli del progetto. Definire le prime funzionalità essenziali. È il famoso MVP, “minimum viable pack product”, il pacchetto di funzionalità da implementare al progetto, utili per dare valore e velocizzare il processo di costruzione. Definite e concordate le prime funzionalità, queste sono le basi che serviranno per la creazione di un prototipo. Creare un prototipo. È in questa fase che si inizia a delineare la struttura e le caratteristiche del software. Si tratta di un momento importante perché permette al cliente di verificare in modo diretto la realizzazione del progetto. Organizzare una roadmap. Questo step è da inserire in qualsiasi momento della creazione di un progetto. Prevedere l’automazione dei processi. È importante seguire uno standard votato all’automatizzazione di ogni processo, dalla fase di configurazione a quella di pubblicazione. Questo garantisce un beneficio sia in termini di tempo sia economico, riducendo problemi legati a bug ed errori umani. 

Francesco Fravolini

Articoli simili

Economia, Caffeina acquisisce NOIS3

Investing.com lancia il nuovo servizio Premium

Wetacoo, un’alternativa alla classica azienda di traslochi