Auguri a Davide Cassani, C.T della Nazionale di ciclismo

Compie oggi 60 anni esatti il Commissario Tecnico della Nazionale italiana di ciclismo, Davide Cassani. Nato il 1° gennaio 1961 a Faenza (RA), ha legato tutta la sua vita al ciclismo fin da piccolo. Esordisce come corridore nel mondo del professionismo nel 1982 diventando un importante gregario di atleti di rilievo come Moreno Argentin, Claudio Chiappucci e Stephen Roche. Nonostante il proprio ruolo, Cassani si ritaglia i suoi spazi e ottiene in carriera 27 vittorie, alcune di prestigio: nel 1991 conquista la Milano-Torino, nel 1991 e 1993 vince due tappe al Giro d’Italia, e poi tre Giri dell’Emilia, due Coppe Agostoni e un Giro del Mediterraneo. Ai Campionati del Mondo su strada ottiene un settimo posto nel 1988 in Belgio e un nono nel 1991 in Germania. Si è dovuto ritirare nel 1996 a causa di un incidente: durante una pedalata di allenamento viene investito da un’automobile.

Al termine della carriera da ciclista non rimane con le mani in mano: viene subito chiamato da Marino Bartoletti, allora direttore di RaiSport, a svolgerr il ruolo di commentatore sportivo nelle gare ciclistiche trasmesse dalla rete nazionale, al fianco di Adriano De Zan prima e poi di Auro Bulbarelli e Francesco Pancani, facendo anche l’opinionista nelle varie trasmissioni sul ciclismo. Nel gennaio 2014 viene nominato Commissario Tecnico della Nazionale italiana èlite di ciclismo su strada, festeggiando lo scorso 25 settembre la vittoria di Filippo Ganna nel Mondiale a cronometro e gli ultimi tre titoli europei in linea, rispettivanente con Matteo Trentin, Elia Viviani e Giacomo Nizzolo.

Daniele Capello

Articoli simili

Sistema di soccorso in emergenza e urgenza: serve istituzionalizzare la figura del soccorritore

Le pietre blu

IL DDL CONTRO L’OSTRACISMO E LA SUA PATERNITA’