Crisoberillo: caratteristiche ed usi

Il crisoberillo è una pietra gialla, bruna o verde che appartiene alla famiglia degli ossidi e che può provenire dalle rocce pegmatiche oppure può formarsi per metamorfosi e che presenta un sistema cristallino rombico.

In passato era facilmente confuso con il berillo dorato ma poi è stato riconosciuto come cristallo diverso e lo si trova sotto forma di cristallo appiattito oppure prismatico.

Si usa soprattutto nella sfera psichica e mentale per allontanare gli incubi e per superare le paure e le angosce.

Aiuta a guardare avanti e a quelli che sono i propri obiettivi, senza lasciarsi influenzare dalle situazioni sterne e dalle emozioni, consente di programmare strategie migliori e a programmare il tempo in modo produttivo, promuove la consapevolezza verso ciò che accade e aiuta ad affrontare le situazioni.

Per quanto riguarda il piano fisico aiuta il recupero dopo una dura malattia rafforzando la capacità di ripresa a livello fisico e anche mentale.

Dona forza e autorità, insegnando ad essere ambiziosi e a ottenere ciò che si desidera consentendo alle qualità che il soggetto possiede di emergere appieno.

Se indossato come collana ha effetti sulla mente aiutando a rimanere concentrati senza farsi condizionare dalle paure, se posta vicino al letto allontana gli incubi , per combattere paura e angoscia è sufficiente tenere un pezzetto di questo minerale in tasca e stringerlo quando si sente che le paure prendono il sopravvento. 

Benedetta Giovannetti

Articoli simili

Sistema di soccorso in emergenza e urgenza: serve istituzionalizzare la figura del soccorritore

Le pietre blu

IL DDL CONTRO L’OSTRACISMO E LA SUA PATERNITA’