Consumi: “Scoutmenu” facilita la ricerca di un ristorante

Si potrà scegliere dove ordinare o prenotare in target rispetto alle aspettative del cliente: posizionamento geografico, tipologia di piatto o alimento desiderato, range di prezzo. Questo permetterà ai consumatori di scegliere cibi in linea con il proprio regime alimentare o eventuali intolleranze, tenendo in considerazione anche la capacità di spesa, evitando così spiacevoli sorprese.

Scoutmenu (https://www.scoutmenu.it/) è una webapp, dove scegliere ristoranti e locali, mentre si sta facendo un viaggio di piacere oppure di lavoro.

La tecnologia diventa protagonista nel XXI secolo, agevolando le persone attraverso l’utilizzo della piattaforma online.

A beneficiare di questa innovazione tecnologica sono i consumi che vengono incrementati dal digitale, promuovendo una ricerca più semplice e decisamente veloce.

La modalità dei consumi è cambiata drasticamente con l’emergenza sanitaria del Covid 19. Abbiamo assistito alla nascita di un nuovo paradigma economico e sociale che ha stravolto il comportamento dei consumatori per il prossimo futuro.

La piattaforma si pone l’obiettivo di creare un portale web (motore di ricerca) dedicato ai ristoranti – commenta Vincenzo Memoli, ideatore e fondatore del progetto – che gli utenti possono utilizzare sia per trovare il locale dove mangiare il piatto preferito, sia per visualizzare il menu all’interno del locale. Sono quattro le modalità di prenotazione con la possibilità di pagare online. Possiamo parlare innanzitutto di rapporto B2B inteso come interazione commerciale tra partite Iva che produrrà un sostanziale business. La piattaforma crea anche un rapporto B2C, cioè una diretta correlazione tra i nostri clienti (i ristoratori) e i consumatori (gli utenti) che la utilizzeranno. È indubbio, quindi, che, quanti più dati raccoglieremo (attività ristorative), maggiore sarà il potenziale della piattaforma. Il motivo che ci renderà unici e vincenti è la tipologia di ricerca che i consumatori potranno effettuare”.

Con Vincenzo Memoli vogliamo approfondire l’argomento soffermandoci in particolare sui vantaggi dei consumatori.

Perché utilizzare Scoutmenu?
Nei locali che abiliteranno la funzione, l’utente può prenotare online personalizzando il proprio menu e usufruendo anche di sconti che possono variare dal 10 al 50%, senza i soliti coupon. Ciò vuol dire che ordini quello che vuoi e lo sconto andrà applicato su tutto il conto. La piattaforma agevola la scelta del locale in base ai piatti che gli utenti desiderano, senza tradire le aspettative. Con Scoutmenu puoi scegliere i ristoranti più vicini a te, per tipologia di cucina, per piatti specifici, per budget, quelli con il feedback migliore e quelli che offrono sconti: andare al ristorante con Scoutmenu risulterà un’esperienza migliore, sia per la sua semplicità di utilizzo sia per la quantità di informazioni caricate per ogni attività affiliata (foto, descrizioni, prezzi e tanto altro), in questo modo l’utente non rischia brutte sorprese. Per la scontistica utilizziamo lo stesso meccanismo già ampiamente usato per prenotare un albergo o un viaggio: con Scoutmenu più è lontana la data scelta per la prenotazione e maggiore sarà lo sconto”.

I servizi che sono offerti si adattano a diverse tipologie di attività ristorative?
L’obiettivo del nostro servizio è soddisfare le esigenze dei clienti. Alle attività che abilitano la funzione di prenotazione online, Scoutmenu mette a disposizione un gestionale che permette di ricevere ordinazioni dettagliate e pagamenti anticipati, consentendo un più elevato livello di servizio. La piattaforma, inoltre, permette alle attività di aumentare la propria visibilità sul web”.

I clienti possono rilasciare un feedback?
La possibilità di rilasciare valutazioni viene abilitata agli utenti che hanno fatto una prenotazione online e portato a termine l’esperienza. Le schede dedicate alle attività sono molto importanti perché forniscono le informazioni utili al cliente per la sua scelta. Il ristoratore può aggiornare in qualsiasi momento tutte le informazioni: l’indirizzo, il numero di telefono, il menu, le foto, i prezzi e tanto altro. È anche possibile decidere, grazie al gestionale, di applicare promozioni in determinati periodi. Ogni attività, inoltre, ha la possibilità di interfacciarsi con noi per migliorare la propria scheda in modo da incrementare le prenotazioni ricevute”.

Francesco Fravolini

Articoli simili

Compagnia della Formazione: più ‘dialogo’ tra scuola e lavoro

Nomisma e Angaisa analizzano il mercato idrotermosanitario

Consumi, è preferita la carta digitale