“Black Widow” in corsa nella short list per gli Oscar 2022

Per chi non avesse seguito la vicenda, lo scorso luglio, Scarlett Johansson aveva fatto causa alla Disney, rea di non aver rispettato alcune clausole contrattuali legate alle percentuali aggiuntive che l’attrice avrebbe dovuto guadagnare con l’uscita esclusiva nelle sale cinematografiche.

Dopo diversi rinvii, causati dal protrarsi dell’emergenza sanitaria, infatti, la Disney aveva deciso di rilasciare il film sia al cinema sia in streaming, venendo meno agli obblighi contrattuali concordati con l’attrice.

Secondo quanto rivelato dal Wall Street Journal, la Johansson aveva tentato di risolvere la questione privatamente, chiedendo all’azienda un risarcimento pari a 100 milioni di dollari, cifra che era stata calcolata in base a ciò che l’interprete avrebbe ricevuto da un ipotetico incasso globale di 1 miliardo e 200 milioni di dollari. Tra l’altro, tale offerta sarebbe stata trattabile, ma la Disney ha semplicemente rigettato le richieste dell’artista, costringendola a rivolgersi al tribunale.

Successivamente, le due parti hanno raggiunto un accordo che non hanno reso pubblico.

Adesso, l’azienda punta tutto proprio su “Black Widow” per la corsa agli Oscar 2022: il film, infatti, è inserito nella short list in ben 13 categorie.

Ecco l’elenco di tutte le nomination con le quali la pellicola del Marvel Cinematic Universe spera di concorrere:

  • Miglior Film: Kevin Feige (produttore);
  • Miglior Regista: Cate Shortland;
  • Miglior Attrice Protagonista: Scarlett Johansson;
  • Miglior attrice Non Protagonista: Florence Pugh, Olga Kurylenko e Rachel Weisz;
  • Migliore attore Non Protagonista: David Harbour, O-T Fagbenle, William Hurt e Ray Winstone;
  • Miglior Sceneggiatura Non Originale: Eric Pearson (Storia di Jac Schaeffer e Ned Benson);
  • Miglior Fotografia: Gabriel Beristain, ASC;
  • Miglior Montaggio: Leigh Folsom Boyd, ACE e Matthew Schmidt;
  • Miglior Scenografia: Charles Wood e John Bush;
  • Migliori Costumi: Jany Temime;
  • Miglior Sonoro: Shannon Mills, Daniel Laurie, Juan Peralta, Lora Hirschberg, Chris Munro e Nia Hansen;
  • Miglior Trucco e Acconciatura: Paul Gooch e Paula Price;
  • Migliori Effetti Visivi: Geoffrey Baumann, Dave Hodgins, Craig Hammack e Paul Corbould;
  • Colonna Sonora Originale: Lorne Balfe.

Yami

Articoli simili

Digiwatt contrasta il caro bollette

‘C’era una volta in Italia – Giacarta sta arrivando’

SAE Institute combatte la disparità di genere