Cassiterite: caratteristiche ed usi

La cassiterite è un minerale noto da oltre 5000 anni anche se solo nel 1832 è stato classificato, è praticamente il biossido di stagno e lo si può trovare nei giacimenti granitici, pegmatici e nei depositi alluvionali.

Si usa per produrre alcune leghe speciali, lo si trova in varie parti di Europa tipo il Portogallo, la Gran Bretagna, la Cornovaglia ed è presente anche in Italia in particolare Campiglia Marittima, Alto Adige e Isola d’Elba.

La cassiterite si usa più in ambito commerciale che cristalloterapeutico, ma anche in questo campo ha i suoi effetti benefici.

Ha un colore nero e lucente e per questo è particolarmente adatto per lavorare sul centro della radice.

La cassiterite aiuta chi la porta ad individuare la missione della sua vita e la sua strada, può essere usata durante il sonno per imparare a ricordare i sogni e riconoscerne i messaggi.

Aiuta ad analizzare i problemi e fare la scelta giusta per risolverli, promuove la generosità e l’empatia verso il prossimo, non adatta a creare elisir, può essere pulita sotto un filo di acqua ma non va immersa, dopo va asciugata subito, può restare sotto la luce indiretta del sole o sotto quella della luna.

Perfetta tenuta in camera da letto per ottenere benefici sulle ore di sonno e per ricordare meglio i sogni.

Benedetta Giovannetti

Articoli simili

Le pietre viola

Verstappen il dominatore

Le pietre arancioni