Aumentano le vendite della Mortadella Bologna IGP

La produzione cresce del 3,8%, l’affettato del 9,3% e l’export del 2,8%

Aumentano le vendite della Mortadella Bologna IGP. A evidenziare questo trend sono i dati forniti dall’organismo di controllo IFCQ certificazioni. «Nel primo semestre 2022 sono stati prodotti circa 18,5 milioni di chilogrammi di Mortadella Bologna IGP e venduti quasi 16 milioni di chilogrammi, di cui circa 1/3 affettati. Rispetto allo stesso periodo del 2021 la produzione è cresciuta del +3,8% e le vendite del +4,8%. L’affettato in vaschetta conferma le sue performance positive registrando una crescita del 9,3%». 

Trend delle esportazioni

Non possono mancare le esportazioni che assumono una valenza strategica, con la quale aumentare la presenza sui mercati esteri del prodotto made in Italy. La gastronomia riscuote sempre un grande successo all’estero perché il mercato premia le eccellenze italiane. «I dati evidenziano una crescita del 2,8% con uno straordinario exploit del Regno Unito che con +65% registra un trend che, se confermato anche nel secondo semestre, sarebbe in grado di recuperare il calo dell’anno scorso dovuto alla Brexit e superare i livelli di export del 2020. Tra i Paesi UE la migliore performance è quella registrata in Spagna con un aumento del 18%. Per quello che riguarda i canali di vendita, risulta che il 72% della Mortadella Bologna IGP è venduta presso la GDO e i discount dove l’aumento di vendite registrato nei rispettivi canali è stato del 5,4% e del 9,9% (dati IRI). L’80% delle vendite è assorbito dal mercato interno mentre il 18% dai Paesi UE e il restante 2% dai Paesi extra-UE». 

Francesco Fravolini

Articoli simili

Lavorare a Eurochocolate Spring 2023

Economia, The Effective Board Plus

FaròArte vuole salvare l’artigianato italiano