Amicizie di penna per gli anziani nelle RSA per combattere la solitudine

L’iniziativa solidale coinvolge gli anziani ricoverati, attualmente partecipano 70 case di riposo di tutta Italia per far nascere nuove amicizie di penna e far sentire meno soli gli anziani

Un progetto solidale a favore degli “anziani” che coinvolge potenzialmente tutte le “case di riposo” d’Italia. Si chiama “Nipoti di penna” ed è realizzato dall’Associazione Un Sorriso in Più di Como (Guanzate) per creare amicizie di penna tra anziani e coloro che l’Associazione chiama “Nipoti”, ossia volontari e comuni cittadini che contribuiscono a far sentire meno soli gli anziani. Tutti possono diventare “Nipoti di penna”. L’Associazione è già attiva e nota per  l’iniziativa “Nipoti di Babbo Natale” che ha coinvolto migliaia di persone nel donare agli anziani delle case di riposo aderenti centinaia di doni in occasione del Natale, doni che potevano consistere anche in esperienze oltre che in regali materiali. L’iniziativa Nipoti di Pennaè un’occasione straordinaria per gli anziani di potersi aprire al mondo, riscoprire la bellezza di un incontro, ritrovare speranza nel futuro e nelle persone, sentire che qualcuno pensa a loro e alla loro felicità. Il sito www.nipotidipenna.it raccoglie le richieste di amicizia degli anziani che vivono in casa di riposo e dà la possibilità a chiunque di poter rispondere e vivere un’esperienza davvero unica. Ogni lettera è un pensiero affettuoso, una carezza, una confidenza, un’opportunità per riconoscersi. Anche se a distanza, questa nuova “amicizia” dona senso al tempo e all’attesa, riempie di calore i giorni di entrambi.  Al momento gli anziani aspettano i nipoti di penna in 70 case di riposo di tutta Italia. Ad oggi 48 anziani di ogni parte della penisola hanno un amico in più. Le richieste di amicizia vengono pubblicate settimanalmente ogni mercoledì alle 18.00. “Uno degli obiettivi che Nipoti di Pennasi prefigge – spiega l’Associazione in una nota –  è la personalizzazione degli interventi educativi, affinché ciascun anziano possa esprimere la propria soggettività, trovare uno spazio di ascolto autentico e la possibilità di esprimere veramente sé stesso. Essenziale è l’affiancamento da parte degli operatori, affinché le amicizie di penna possano essere accompagnate e sostenute, diventando significative per tutte le persone che ne sono coinvolte”. Le case di riposo che vogliono aderire all’iniziative possono consultare il sito alla pagina https://www.nipotidipenna.it/area-rsa/ le iscrizioni sono sempre aperte. Mentre chi vuole diventare Nipote di Penna può scoprire come collegandosi al sito www.nipotidipenna.it

Amalia Barbara Di Bartolo

www.nipotidipenna.it

Articoli simili

Premi in denaro per il miglior progetto di ri-uso mascherine

Il progetto Best tutela l’ambiente

Bologna, Cena solidale per aiutare i più fragili