Alla ricerca del Gatto selvatico in Piemonte

Un nuovo progetto di ricerca dedicato al Gatto selvatico ha preso il via in Piemonte. Il gatto selvatico (Felis silvestris silvestris) é una specie molto elusiva e frequenta i boschi cacciando prevalentemente di notte. Essendo il progenitore del gatto domestico (derivato probabilmente dalla sottospecie africana addomesticata circa 10mila anni fa in Medio Oriente) é molto simile ad alcune sue razze e spesso viene confuso con i soriani ma il selvatico ha coda molto più folta e con anelli ben definiti oltre a un carattere meno confidente. 

Diffuso in tutta Europa, buona parte dell’Africa e l’Asia centrale in Piemonte la specie era ritenuta estinta dagli anni ’70 del secolo scorso. Recenti avvistamenti hanno però suggerito un suo ritorno. Già nel 2018 furono ripresi tramite videotrappole degli individui sull’Appennino ligure tra Piemonte e Liguria: fu messo in piedi un progetto che portò alla realizzazione di un documentario intitolato “FELIS gatto sarvægo”.

Ora é il Centro Recupero Animali Selvatici (CRAS) di Bernezzo (in collaborazione con Provincia di Cuneo, Aree Protette Alpi Marittime, Parco Fluviale Gesso e Stura, Associazione Pro Natura e Museo di Storia Naturale di Torino) a lanciare un nuovo progetto dedicato alla provincia di Cuneo. Per questo è stata avviata la prima fase che prevede una raccolta fondi tramite Crowfunding (https://www.retedeldono.it/it/cras/sulle-tracce-del-gatto-selvatico) allo scopo di acquistare fototrappole, batterie e tutto il necessario per cercare questo elusivo mammifero.

Per approfondire:

https://www.areeprotettealpimarittime.it/news/2386/sulle-tracce-del-gatto-selvatico-europeo

Daniele Capello

Articoli simili

I suoni che calmano stati di ansia e paranoie

I coccodrilli come fanno?

Alla scoperta dei Cobra