Adotta una Mucca: il progetto che ha conquistato l’Italia

Forse un piccolo merito possiamo anche attribuirglielo alla pandemia. Sembra un controsenso ad un primo sguardo. Attribuire dei meriti alla pandemia? Assurdo. Eppure, se ci soffermiamo un momento a pensare, con il lockdown è stata riscoperta quella semplicità, da tempo dimenticata. Il settore dell’enogastronomia, sotto questo punto di vista, non fa eccezione. Molte figure di questo ambito si sono reinventate, dando vita alle idee più disparate, che però hanno dato, e stanno tutt’ora dando, i loro frutti. Tra i tanti progetti emersi, c’è quello intitolato “Adotta una mucca”, creato dalla Cooperativa Peralba di Costalta, in provincia di Belluno. Grazie a questa novità, è possibile letteralmente adottare una mucca a distanza, secondo una serie di tipologie e un tariffario specifici, attraverso cui si potranno poi ricevere a casa formaggi prodotti con il latte della mucca stessa.

Il boom di richieste è stato senza precedenti, l’iniziativa ha catturato l’attenzione e gli animali sono stati tutti adottati. Grazie all’adozione, infatti, la cooperativa può accudire la mucca e allevarla al meglio, con alimenti di alta qualità, in modo non solo di garantire il suo benessere, ma anche quello del latte che produce. Inoltre, i benefici di contorno non sono pochi, in quanto oltre al benessere dell’animale, è impressionante anche la valorizzazione del territorio e il sostegno ai piccoli produttori. I pacchetti, date le diverse tipologie, sono tre: c’è quello base, che prevede un costo di 39 euro al mese e mezzo chilo di burro al mese, un chilo di Formaggio Latteria e un chilo di caciotta, il tutto di produzione artigianale e spedito direttamente a casa propria; il secondo pacchetto comprende l’adozione di 6 mesi a 219 euro e il terzo, quella annuale di 409 euro.

L’adozione è ufficiale a tal punto, che la famiglia riceverà un attestato di adozione, contenete tutti i dettagli anagrafici dell’animale con tanto di foto, di modo che chi vorrà potrà sapere dove si trova, dove va al pascolo, la Mucca, il tutto incorniciato dai paesaggi della Val Visdende.

Giulia Baldini

Articoli simili

La Fiera della piccola e media Editoria

Alberghi, strategie per attirare più turisti

Violenza sulle donne, Pischedda: «Garantire diritti e protezione alle vittime»