5G e Coronavirus: Youtube blocca i video

 La fake news della correlazione tra le antenne 5G e il Coronavirus ha già fatto molti danni, come antenne telefoniche in fiamme e ordinanze anti-5G. Una fake news che, nonostante abbia intrinseche caratteristiche che sfociano nella fantascienza, ha un grande numero di articoli e video che sostengono questa tesi. Milioni di persone, leggendo e guardando questi contenuti, credono alla correlazione tra il 5G e il Coronavirus, nonostante non esistano evidenze scientifiche.

Proprio per questo, Youtube ha deciso di intervenire in modo estremamente mirato e preciso contro i video che diffondono questo tipo di fake news. L’azienda ha cancellato tutti i video e i contenuti della piattaforma che mettono in correlazione le due cose, che, in pratica, incolpano della diffusione del virus lo sviluppo di reti di nuova generazione.

Si tratta di un nuovo corso che non si fermerà certo qui. Susan Wojcicki, il CEO di Youtube, ha infatti dichiarato che la nuova politica dell’azienda è quella di eliminare ogni tipo di contenuto che va espressamente contro le indicazioni della World Health Organization. Perché non si tratta solo di 5G e coronavirus.

Ci sono migliaia, decine di migliaia di contenuti che diffondono fake news mediche e che fanno tantissimi danni, addirittura morti (basti pesare all’omeopatia come cura per il cancro). La lotta alle fake news è una delle battaglie più importanti del XXI secolo e la nuova politica del gigante dei video su internet darà sicuramente un’importante svolta alla diffusione di questo tipo di false informazioni online.

Domenico Attianese

Articoli simili

Montagne super-Abili, il trekking per l’inclusione sociale

Da 25 anni a 25 gradi sotto zero: la Banca del Germoplasma sarda compie gli anni

Il pub: “Chi vota Meloni, non può entrare”. La legge risponde